16/2/11

EL PUEBLO DE LOS MINIMEOS TEMPORALES( español-italiano)

Questo va dedicato a mi amico Ciro che rimane per strada perche troppo avanti e troppo sincero e allegro per essere gradito a le persone che non rispetanno nemmeno il propio lavoro che fanno.

EL PUEBLO DE LOS MINIMEOS TEMPORALES....IL POPPOLO DEI MINIMEI INTERINALI



La gente de las agencias, esos seres que estan eternamente en Contrato a Prueba, a prueba de esperanzas y a prueba de capacidad de soportacion de humillaciones, un pueblo eclèctico que va, desde viejos ex empleados de empresas que han quebrado bajo la presion de la crisis no crisis que atraviesa Italia( Italia que mediaticamente se ocupa in primis de los secretos de alcoba y de comedor de sus cabezas politicas,sin concentrarse en publicar y valorar criticar y exigir explicaciones concretas para el futuro inmediato de la nacion),extranjeros con preparacion profesional de sus paises que no logran obtener plazas mejores por el fatalismo geografico, hasta jovenes que no logran obtener contratos que les permitan realizar planes concretos sobre su futuro o planear familias, jovenes que ya tienen en el rostro impresa una arruga perenne de preocupacion y han perdido la capacidad de sonreir desde dentro , con la autentica alegria de la juventud, jovenes que duermen poco y comen mal,con hipotecas bancarias hasta la vejez o hasta dejarlas como herencia a la descendencia que debian tener.

El pueblo mundial de los precarios capaces de realizar tres trabajos part time al dia,corriendo siempre para llegar en el horario justo, con el sistema digestivo colitico cronico luego de horarios alimenticios completamente desequilibrados,gordos de inseguridad emocional y palidos recuerdos de quienes querian ser cuando terminaban la escuela.

Aquellos seres son mis compañeros de trabajo desde hace un tiempo, gracias a ellos y a sus anecdotas he aprendido muchas cosas en el mundo del trabajo al estilo no cubano y ellos a su vez han descubierto que hay una naciòn en el mundo que todavia rie, saluda, se interesa por sus compañeros de buro, se molesta y se entristece con sus problemas,defiende al otro de las injusticias y sabe darse a su lugar exigiendo y obteniendo con argumentos logicos .

Todos los dias el pueblo minimeo llega al trabajo con el temor de que el siguiente periodo de 7 dias su nombre no aparezca renovado, y cuando lo descubren el ùltimo dia es casi patetico, hablan mas de lo usual, se dibujan una sonrisa con los ojos tristes y tratan de demostrar que no les preocupa, hacen comentarios jocosos o los ves, con la mirada perdida en un punto fijo cuando creen que nadie les observa y la angustia como una aureola de martir pensando que posibilidad de encontrar un nuevo trabajo tendràn mañana.

Ese pueblo en vez de decrecer aumenta, el estilo de trabajo basado en renovar el parque de empleados para poder pagar menos impuestos y alicuotas con el aprendista es una moda impuesta y enraizada en la conciencia de los nuevos creadores de trabajo a cualquier nivel desde la Administracion Publica hasta las grandes fabricas, los sindicatos van desapareciendo cediendo lugar y concediendo pretenciones a los grandes empleadores , que usan la amenaza de trasladar las lineas de montaje hacia otros paises donde el salario de un precario es algo asi como el salario de un millonario y donde por tal de poder ganar dinero trabajan como maquinas sin pensar y sin replicar.



Persone provenienti delle Agenzie di Interinali , gli esseri che sono sempre in Contratto di prova, con test di prova dellacapacità di umiliazioni e della capaccità di non aspettare nulla o quasi, un popolo eclettico miscela fatta da vecchi ex dipendenti di aziende che hanno fallito sotto la pressione della crisi nessuna crisi in Italia (l'Italia che occupa i media in primis nella diffusione dei segreti della sala da pranzo del capo politico, senza concentrarsi sulla pubblicazione dei valori critici ne richiedono spiegazioni specifiche per l'immediato futuro della nazione), gli stranieri con preparazione professionale di paesi che non riescono a ottenere migliore seggi per fatalismo geografic0, ai giovani che non riescono ad ottenere contratti che consentono loro di fare progetti concreti o pianificazione delle loro future famiglie, i giovani che hanno già in faccia la mascchera d'una preoccupazione perenne e hanno perso la capacità di sorridere dal di dentro, con la vera gioia della gioventù, i giovani che ottengono poco: dormire e mangiare male, con un mutuo bancario per vecchiaia o per lasciare in eredità alla prole che forse dovrebbero avere.

Gli abitanti di questo villaggio globale, in grado di fare tre lavori a tempo parziale al giorno, sempre in giro e di corsa per arrivare nel momento giusto, colitici cronici di sistema digestivo dopo aver mangiato completamente sbilanciato per orari, grassi di insicurezza emotiva e pallidi ricordi di coloro che volevano essere quando hanno finito la scuola.

Queste persone sono i miei colleghi da qualche tempo, grazie a loro e alle loro storie ho imparato molte cose nel mondo del lavoro in stile non-cubani , e questi a loro volta, hanno scoperto che c'è una nazione al mondo che ancora ride, saluta , è interessata a suoi compagni di scrivania , che a volte rimane sconvolto e triste con i suoi problemi, sostiene lotte contro le ingiustizie per altri e tenta di farsi rispettare invece esigendo e ottenendo con argomenti logici.

Ogni giorno il popolo interinale arriva al lavoro con la paura che il prossimo periodo di 7 giorni il suo nome non apparirà rinnovato, e quando scoprono l'ultimo giorno è quasi patetico, più parlare del solito, disegnare un sorriso con gli occhi tristi e cercano di dimostrare che non sono interessati ne affranti , fare commenti umoristici o vederli, fissando un punto nel nulla quando pensano che nessuno sta guardando e l'ansia come aura di un martire attorno al volto , chiedendosi se troveranno un domani il nuovo lavoro.

Questo tipo di poppolo aumenta invece di diminuire, lo stile di lavoro basato sul rinnovo di lavoratore tendente a pagare meno tasse e aliquote, per l'apprendimento, è una moda imposta e radicata nella consapevolezza dei nuovi datori di lavoro a qualsiasi livello, dell'Amministrazione alle grandi fabbriche, i sindacati stanno scomparendo lasciando il posto ai commandi dettate delle pretese dei datori di lavoro di grandi dimensioni, che utilizzano la minaccia di spostare le linee di assemblaggio in altri paesi dove lo stipendio di un precario è qualcosa di simile a lo stipendio di un milionario e dove gli uomini lavoranno come le macchine per fare soldi senza pensare e senza rispondere.

2 comentarios:

Liz dijo...

Que orgullo tener una amiga como tu. Excelente escrito, mi amiga.
Un beso

Anónimo dijo...

In questa settimana ho salutato a Mauro e Anastassia, pecato che non gli ho chiesto il cell